La felicità

,Chi è intollerante alla felicità crede erroneamente di non poterla meritare?
Solo chi è disposto ad aprirsi alla possibilità di volere e potere essere felice, può far tesoro dell’esperienza del dott. Bach (24 settembre 1886 – 27 novembre 1936), il quale ha rivelato al mondo l’esistenza di alcuni rimedi floreali che possono aiutare a cambiare la propria prospettiva. Ha scelto di seguire il suo sentire, sintonizzandosi ai segni che la potenza generatrice della natura offre, mostrandosi nuda ai nostri occhi superficiali, offrendoci attraverso i suoi codici la possibilità di correggere, riempire, smussare, ampliare, calmare, consolare, abbracciare, fondere, riabilitare, incoraggiare, spegnere, condividere, gioire, comunicare, ordinare, perdonare, ricominciare, pulire, affrontare, amare e vivere appieno la vita.

In che modo?
Ti piace la musica? Anche se non dovessi apprezzare la musica, cercherò comunque di spiegarti come funzionano questi rimedi. Ci sono pareri ipercritici nei confronti dei rimedi naturali anche se, qualche volta, i miei colleghi hanno dato motivo di essere giudicati fanatici e folli per mancanza di professionalità o per estremismi che non hanno rispettato la vita altrui. Ma anche dall’altra parte, quella nicchia scientifica che ha bisogno di dare a tutto una spiegazione logica, può inciampare in un dogma, togliendo la possibilità di aprirsi alla comprensione che la natura essendo collegata al cielo e alla terra è rappresentazione dell’energia che cura.

Ma ritorniamo al concetto di musica, quando osservi un fiume o ne ascolti il suono, che effetto ti fa? Anche i sordi percepiscono le vibrazioni del dinamismo che rompe la staticità, suono che fluisce in risonanza con il nostro interno. Frequenza armonizzante e ricca di potere, che risveglia i sensi, l’entusiasmo e il desiderio di andare verso quell’oceano di abbondanza che ci vuole pienamente felici. Il movimento ipnotico del fiume che scorre tra i sassi, verso una cascata di possibilità, ci riconduce al fluire della vita.

I fiori di Bach avendo un’azione armonizzante, equilibrano le emozioni e aiutano a ricollegare l’anima alla personalità per ascoltare ed entrare in contatto con la progettualità del proprio percorso di vita.

 

Fiori di Bach per risvegliare la felicità dentro di noi
Se hai voglia ti riappropriarti della fiducia nella vita, ti consiglio Gentian e se pensi di non meritare la felicità aggiungi Pine e Larch. Se non riesci ad apprezzare la bellezza delle piccole cose aggiungi Clematis, Hornbeam, Wild Rose e Beech. Se la felicità degli altri ti fa arrabbiare prendi Gentian, Rock Water, Cherry Plum, Vine, Willow, Holly e Beech.

Per una soluzione floreale personalizzata può essere opportuno farsi aiutare da un esperto in floriterapia, in modo da selezionare con più attenzione i fiori adatti allo stato e alla tipologia della persona.

Puoi contattarmi per fissare una consulenza scrivendomi una mail all’indirizzo info@mandalagarden.it o se preferisci puoi mandarmi un messaggio privato sulla mia pagina Instagram