Messaggio

Sono molti coloro che sanno vedere,

pochi quelli che riescono ad ascoltare.

Ascoltate il silenzio del vostro giardino interiore
immobili…
Il suono dell’acqua,
del vento che desta la natura.
Lasciatevi attraversare
dal passaggio degli eventi,
cullare dai cambiamenti,
siate alberi radicati nel deserto
dei pensieri.
E poiché le maschere ingannatrici del tempo
cercano sempre di distogliervi,
siate
vasi vuoti.
Solo svuotandovi
potrete
riempirvi di Luce.
Camminerete come cavalieri d’argento…
Sicuri!
Verso
un sereno e armonioso domani
raccoglierete il sole
la luna e le stelle,
vedrete nelle vostre mani
la luminescente sfera che è in ognuno di voi
e la donerete alla vita!

Un nuovo mondo

Gocce di pianto come gemme di perle hanno dipinto le ali che mi hanno portato da te.

Ti saluto Speranza, gentile e delicata,
che tieni sul ventre il mondo e lo nutri al tuo seno, materna più che mai.

Io ti aiuterò…
Non mi stancherò mai di volare.
Dove c’è odio porterò amore,
dove c’è guerra porterò pace.
Agli orfani aliterò conforto e protezione.
Guarirò l’anima agli ammalatiGocce di pianto come gemme di perle hanno dipinto le ali che mi hanno portato da te.
Ti saluto Speranza, gentile e delicata,
che tieni sul ventre il mondo e lo nutri al tuo seno, materna più che mai.

Io ti aiuterò…
Non mi stancherò mai di volare.
Dove c’è odio porterò amore,
dove c’è guerra porterò pace.
Agli orfani aliterò conforto e protezione.
Guarirò l’anima agli ammalati
facendogli capire che il corpo è in eterno divenire che è destinato a scomparire…
Alle famiglie tribolate manderò amici in soccorso.
Agli sbandati illuminerò il cammino.
Ai potenti regalerò saggezza e consapevolezza.
Parlerò a tutti i bambini del mondo
Spargerò nell’aria la loro allegria
che vestirà di soffici stoffe la Terra
elegante e maestosa,
nuova Luce nell’Universo.
facendogli capire che il corpo è in eterno divenire che è destinato a scomparire…
Alle famiglie tribolate manderò amici in soccorso.
Agli sbandati illuminerò il cammino.
Ai potenti regalerò saggezza e consapevolezza.
Parlerò a tutti i bambini del mondo
Spargerò nell’aria la loro allegria
che vestirà di soffici stoffe la Terra
elegante e maestosa,
nuova Luce nell’Universo.

Quando un cristallo si rompe

Gocce di sapere…

Desidero inserire nel mio Blog le lettere e gli articoli che riterrò interessanti, che possano insegnare o informare…
Questa settimana inserisco una e-mail di Silvia Girotti, che ho ricevuto di recente dalla mailing-list del sito La Pietra di Luce, e voglio condividerla con voi e gli appassionati di cristalli.

Cristallo di Rocca
Se una reazione determina la rottura di un cristallo, poniamoci in ascolto del messaggio che ci reca…
Se l’abbiamo programmato può voler dire che ha adempiuto a quella missione o che quella missione non è più in sintonia con il nostro cammino.
Se si frantuma, restituiamolo a Madre Natura. Se si scinde chiediamogli dove vuole che vada una parte (la risposta ci arriverà in qualche modo!).
I cristalli sono creature e tra ogni creatura scorre un flusso d’energia che conduce informazioni, vibrazioni…
L’essere umano ha perso nel tempo la facoltà di comunicare con gli abitanti “diversi” del pianeta perché ha avuto necessità di sperimentare la “divisione”, la solitudine…
Attraverso il percorso evolutivo che doveva necessariamente toccare questi stati, sta di nuovo tornando al suo centro ove potrà radunare i suoi frammenti per tornare all’unità, da cui trae origine il desiderio di condivisione e di unione con le altre creature.
E’ in questa fase del cammino che siamo chiamati alla ri-unione ed è in questa fase del cammino che ci stiamo ricongiungendo alle altre forme di vita, consapevolizzando quello scambio energetico che avviene spesso senza che possiamo rendercene conto.
Un abbraccio di luce a tutti!

Silvia Girotti

Il sè

Giorno per giorno nel mondo cerchiamo la pace, l’amore, persone gentili che ci sappiano ascoltare, che non ci assillino e che non prevarichino su di noi; un Paradiso?!
Ma è mai possibile vivere il Paradiso Terrestre?
Fin quando cercheremo il cambiamento fuori di noi, nulla potrà cambiare!
Sembrerà strano ma tutto il caos che ci circonda spesso è una nostra proiezione.

Si dice che “il mondo è malato”!
Il mondo, è la vittima dell’uomo malato!
Ma l’uomo perché sta male?
Secondo me, il malessere nasce dal bisogno di…
Abbiamo sempre bisogno di qualcosa o di qualcuno o dell’approvazione degli altri.

Cerchiamo il sostegno fuori di noi, dipendendo da qualcuno; siamo indecisi, vuoti, carenti, ansiosi, slegati dalla famiglia d’origine (pur rimanendoci fino agli …anta) e non riusciamo a crearcene una che duri…
Non abbiamo il coraggio di guardare dentro noi stessi e di accorgerci che in noi vive un bambino magico, che può farci avere tutto quello che vogliamo.
Ci siamo dimenticati di lui perché presi dalle velleità esteriori, dalle finzioni che l’uomo è esperto ad inventare…

Riprendere il contatto con la famiglia, la parola, lo sguardo, i sorrisi… questa è la base della pace nel mondo!
Riscoprendoci, scopriamo!

Benvenuti!

La staticità non mi è mai piaciuta…

Amo il fluire del tempo con le stagioni che si rincorrono incessantemente da quando il tutto esiste…
Il cambiamento è sinonimo di evoluzione, di azione, di creatività. Anche il mio sito!
Ho preferito, in accordo con il mio prezioso webmaster, dare a Mandalagarden un aspetto più sobrio e lineare.